Connect with us

Animalovers

Come abituare il coniglio a usare la lettiera

coniglio nano mangia insalata

Consigli

Come abituare il coniglio a usare la lettiera

Abituare il coniglio alla lettiera non è impossibile. Ecco i consigli per riuscirci

Abituare il coniglio alla lettiera non è solo questione di comodità. Mantenere pulito il nostro coniglietto è una delle chiavi che bisogna adottare per offrirgli un buon stato di salute. Il mammifero domestico, se ben educato all’igiene, può vivere in libertà in casa, in simbiosi con i membri della famiglia. In questo modo lo renderete partecipe alle attività quotidiane della casa e avrà più possibilità di movimento. Una volta abituato alla pulizia, il coniglio potrà infatti dormire sul tappeto del salotto o sul divano senza doverlo controllare assiduamente.

Grazie a delle piccole accortezze, non appena il coniglio sentirà il bisogno di urinare, salterà dal divano e andrà a fare i suoi bisogni nella lettiera anche se si trova in un’altra stanza.

Come abituare il coniglio alla lettiera?

In natura, i conigli selvatici non fanno mai i bisogni nelle loro tane, ma fuori dal loro habitat. Quando un coniglio domestico abitan una gabbia o una casetta per conigli il cui pavimento è ricoperto di lettiera (non raccomandato), fa quasi sempre i suoi bisogni nello stesso angolo. Quel posticino gli serve in qualche modo da toilette, lontano dal posto dove dorme.

Per abituare il coniglio alla lettiera all’inizio bisogna lasciarlo nella sua gabbia per alcuni giorni, in modo che prenda le sue abitudini di igiene. Quindi, possiamo estendere gradualmente il suo campo d’azione, lasciandogli solo un piccolo spazio attorno alla gabbia quando esce. In questo modo, il luogo dove farà i bisogni sarà immediatamente accessibile e prenderà l’abitudine di tornarci.

Cosa mettere nella lettiera del coniglio?

Nella vaschetta apposita possono essere collocati trucioli, canapa o granuli, meglio se fatti di carta riciclata, che è più assorbente. L’essenziale è accertarsi che non si tratti di prodotti tossici. Inoltre non bisogna omettere di utilizzare un vassoio dai bordi abbastanza alti, perché il mammifero solleva un po’ la coda per emettere la sua urina e ciò può causare la produzione di urine intempestive fuori dalla gabbia.

Piccole strategie per abituare il coniglio alla lettiera

Per incoraggiare un coniglio a utilizzare la lettiera, potete posizionare il fieno fresco a un’estremità della vaschetta: il coniglio si siederà per mangiare il fieno e mentre mangia farà i suoi bisogni e inizierà così a utilizzare la sua toilette. Le deiezioni rimosse all’esterno del contenitore devono essere raccolte mentre vengono prodotte e rimesse nel vassoio. L’urina deve essere pulita con un tovagliolo di carta che verrà inserito nella lettiera. Quindi il coniglio verrà rimesso delicatamente nella sua vaschetta. Se l’animale tende a sistemarsi nella sua lettiera, bisogna creargli un’area di riposo più invitante, per esempio posizionando un piccolo cuscino che all’animale domestico piace molto.

Perché il coniglio si disabitua alla lettiera?

Un coniglio (maschio o femmina) non sterilizzato perde le sue abitudini igieniche dopo i 4 e i 6 mesi di vita, perché la fase di pubertà lo incita a segnare il suo territorio con l’odore dei suoi bisogni. Infine, il maschio non sterilizzato può emettere getti inattesi di urina su tutto ciò che considera un oggetto di desiderio: pantofole, piedi nudi. La sterilizzazione consente di trattare i problemi di cattiva igiene che induce il coniglio a contrassegnare il suo territorio. La sterilizzazione non è una soluzione miracolosa in termini di pulizia, ma faciliterà sicuramente l’educazione del coniglio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Consigli




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio