Cane e gatto insieme vi sembra un sogno impossibile? Ecco come farli andare d’accordo anche quando sono già adulti

“Come cane e gatto” è per antonomasia la definizione dell’incompatibilità. Ma è poi vero che i nostri amati pelosi debbano per forza scannarsi l’un l’altro come ultras ai supplementari? Quanti cuccioli e meno cuccioli si sono visti precludere l’adozione solo perché nella casa che poteva ospitarli c’era già un membro dell’altra squadr…specie. Eppure la convivenza tra cane e gatto è meno irrealizzabile di quanto si creda. Ecco alcuni consigli preziosi per avvicinarli nei primi incontri e farli persino andare d’accordo.

Come far accettare un nuovo gatto al cane.

Tra i consigli più ricorrenti c’è quello di adottare cane e gatto insieme, quando entrambi sono ancora cuccioli. Questo sicuramente aiuta a instaurare un rapporto costruttivo di reciproca abitudine e amicizia duratura. Ma come far convivere cane e gatto quando sono adulti? Mettiamo ad esempio che abbiate già un Fido e vogliate deliziarlo con l’arrivo di un Fuffy. Se il cane vi obbedisce e non è particolarmente aggressivo non avrete particolari difficoltà. Vi basterà scoraggiarlo con un fermo “No!” a ogni tentativo di approccio poco amichevole e gratificarlo con coccole e complimenti a ogni reazione positiva.

State attenti a non dispensare più attenzioni al nuovo arrivato. Anzi, quando il gatto arriva nella stanza accoglietelo con voce festosa e premiate il cane con carezze o bocconcini. In questo modo associerà al micio sensazioni positive. Se il cane non vi obbedisce, inziate col tenere cane e gatto in due stanze separate, come spiegato nel prossimo punto.

Come far accettare il cane al gatto.

I gatti, si sa, sono dei tipetti sofisticati. Sulla convivenza, come su altre cose, hanno le idee molto chiare. L’arrivo di un cane potrà essere tollerato se questo non gli ruba il cibo e non occupa i suoi spazi. Se il primo punto è facilmente assecondabile, la questione territoriale va affrontata un po’ alla volta. Un buon metodo è tenere cane e gatto in due stanze separate per i primi giorni. Mettete le rispettive ciotole a un metro dalla porta e avvicinatele giorno dopo giorno. In questo modo si abitueranno gradualmente alla reciproca presenza.

Quando vi sembrano tranquilli, iniziate ad aprire poco per volta la porta, con pazienza, giorno dopo giorno. Così potete monitorarne le reazioni mano amano che si annusano, si vedono e si scoprono. Potete, ad esempio, valutare se l’approccio del cane è troppo veemente o se il gatto soffia al cane. Fateli incontrare solo quando entrambi sembrano tranquilli.

I consigli in più:

  • Se il nuovo cane non è abituato ai gatti, utilizzate sempre il guinzaglio nei primi incontri. All’occorrenza tenetelo in un trasportino quando li presentate le prime volte.
  • Non lasciate mai soli in casa cane e gatto finchè non sono perfettamente abituati. Se nessuno può accudirli, abbiate premura di tenerli in stanze separate.
  • Anche dopo che si sono conosciuti e appaiono tranquilli, fate in modo che il gatto abbia sempre un luogo in alto dove rifugiarsi.
  • Per abituarli al reciproco odore, nella fase delle stanze separate, potete anche alternare le stanze di giorno in giorno.
  • Non abbiate fretta: a volte l’adattamento richiede un po’ di tempo, ma la vostra pazienza sarà ricompensata.

Prodotti: convivenza cane e gatto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.