Connect with us

Animalovers

Animalovers

Pinscher nano: tutto sul piccolo ribelle.

Pinscher nano nero e focato

Curiosità

Pinscher nano: tutto sul piccolo ribelle.

Apparentemente dolcissimo ma con un caratterino da non sottovalutare: cosa sapere prima di adottare un Pinscher nano.

Il Pinscher Nano, forse per le sue dimensioni o forse per i suoi occhi dolci, assume un’aria docile ed indifesa. L’apparenza però non deve ingannare. Questo piccolo amico peloso è infatti spesso considerato un ribelle. Grazie al suo caratterino, non ha nulla da invidiare agli altri cani del suo stesso ceppo famigliare, quali il Dobermann e lo Schnauzer.

Vediamo allora di conoscere meglio tutte le caratteristiche del Pinscher nano a proposito  di aspetto, carattere e salute.

Da dove viene il Pinscher nano?

Il Pinscher nano è un cane di origine tedesca. Il suo nome originario infatti è “Zwergpinscher” . È possibile che esistesse già in età preistorica, in quanto sono stati ritrovati reperti di un suo progenitore ai tempi dell’homo habilis, proprio a Sud della Germania. Le sue origini provengono dunque da lontano.

Il riconoscimento come razza è invece abbastanza recente. L’ufficializzazione è avvenuta nella seconda metà dell’Ottocento, mentre prima era considerato solo un incrocio derivante dalla razza dei Pinscher.

Verso la prima metà del XX secolo, il Pinscher nano è uscito dai confini tedeschi, diffondendosi in tutta Europa e non solo.

Aspetto del Pinscher nano.

L’appellativo “nano” lascia già intendere cheti tratta di un cagnolino di piccola taglia, la cui altezza non supera i 25-30 cm, con un peso medio di circa 6kg. Ma il Pinscher nano non presenta alcun segno di nanismo. Inoltre le proporzioni del corpo sono perfette, con un’altezza quasi uguale alla lunghezza.

Il Pinscher nano si presenta con un portamento elegante e un fisico tonico e muscoloso. Gli occhi tondi e scuri sono molto espressivi e sanno suscitare, in chi li guarda, grande tenerezza (contrariamente al suo reale temperamento tutt’altro che tenero). Tra le altre caratteristiche fisiche, questo piccolo amico peloso ha orecchie triangolari con la punta piegata leggermente verso il basso, tartufo nero e una struttura muscolare e ossea ben sviluppata e forte.

Quanto al pelo, è ben aderente al corpo, raso, liscio e brillante. Il colore che denota la purezza della razza varia dal nero al rossiccio, rientrando nello standard di razza anche il nero focato, con sfumature rosse e marroni.

Il carattere del Pinscher nano.

Il temperamento del Pinscher, nonostante le apparenze, è molto simile a quello dei più temibili cani da guardia. Ma, quando vuole, sa essere anche molto coccolone.

Sveglio, sicuro e vivace sono solo alcuni degli aggettivi che possiamo attribuire a questo cagnolino. Tende inoltre ad essere diffidente nei confronti degli estranei, arrivando addirittura a manifestare reazioni aggressive nei confronti di eventuali ospiti.

Il Pinscher nano è anche geloso dei suoi spazi e delle sue cose, non amando affatto intrusioni. Meglio dunque rispettare ciò che gli appartiene. Per il resto, sa adattarsi perfettamente alla vita domestica, anche in appartamento.

Salute e cure del Pinscher nano.

Tendenzialmente, il Pinscher nano è un cane in salute, forte e longevo. Può raggiungere anche i 14-15 anni d’età. Non richiede nel complesso particolari attenzioni se non riguardo all’alimentazione, che deve essere equilibrata e basata su una dieta variegata. Essenziale per ogni cane, e dunque anche per questo amico peloso, è il giusto apporto di proteine, fibre e sali minerali.

Particolari accortezze devono essere riservate al periodo invernale. Il Pinscher nano, avendo il pelo corto, potrebbe soffrire il freddo. Meglio dunque coprirlo con un cappottino per cani.

Infine, dato il carattere irruente di questo piccoletto, è molto utile sottoporlo ad un corso di socializzazione fin dai primi mesi di vita. Questo per evitare eventuali futuri comportamenti aggressivi o comunque errati da parte del nostro piccoletto.

Avete un Pinscher nano? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Curiosità




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio