Connect with us

Animalovers

Animalovers

Pappagallini Inseparabili: perché si chiamano così

Pappagallini Inseparabili o Agapornis.

Curiosità

Pappagallini Inseparabili: perché si chiamano così

Cosa sapere sui pappagallini Inseparabili. Sapete qual è l’origine del loro nome particolare?

Come dice il nome, gli Inseparabili sono pappagallini che instaurano con il proprio partner un legame profondo e molto affiatato. A sottolinearlo è anche il genere a cui appartengono: Agapornis che letteralmente significa “uccelli che si amano”.

Dopo un rituale di corteggiamento, in genere si forma una coppia costituita da un maschio ed una femmina che non si separeranno più e per questo motivo vengono comunemente chiamati gli Inseparabili.
Le attenzioni verso il proprio partner non si limitano solo al periodo del corteggiamento ma anche nella vita di coppia. Infatti il maschio è solito dimostrare il suo amore alla femmina con delle tenere beccatine.

Le origini di Agapornis

Gli Agapornis sono originari del continente africano, in particolare provengono dall’Africa centrale anche se è stata osservata un’origine diversa per alcune specie.
Non essendo adatti ai territori con climi freddi, vivono nelle steppe e nei boschi dove vi sono delle pozze d’acqua.
Sono soliti preparare nidi di paglia e salice piangente per accogliere i propri piccoli. Sebbene abbiano un rapporto molto profondo con il proprio partner, questo non esclude che possano interagire e provare affetto anche per altri simili. Infatti, generalmente vivono in famiglie poco numerose (fino a venti individui) e non isolati come si potrebbe pensare.

Caratteristiche dei pappagalli Inseparabili

Si tratta di pappagallini di piccola taglia con un corpo tozzo ed una coda non molto lunga. Sono animali molto socievoli che soffrono la solitudine, infatti quando il partner viene allontanato per qualche ragione, l’altro muore di “crepacuore”.

La determinazione del sesso viene effettuata da esperti ornitologi che osservano la conformazione di due piccole ossicine localizzate sotto la coda. Si può ricorrere anche all’identificazione su base genetica qualora ci fossero dubbi. Le analisi possono essere effettuate sulle penne o sul sangue.
Un altro modo per poter poter capire il sesso consiste nell’osservare il comportamento delle femmine durante il periodo riproduttivo. Infatti, in primavera sono solite infilare tra le penne del corpo piccoli ramoscelli o frammenti di carta per la costruzione del nido.

Le specie

Il genere Agapornis comprende 9 specie in totale:
-Agapornis fischeri;
-Agapornis lilianae;
-Agapornis canus;
-Agapornis roseicolis;
-Agapornis pullarius;
-Agapornis taranta;
-Agapornis nigrigenis;
-Agapornis personata;
-Agapornis swindernianus.

Tra questi, fisheri, roseicolis e personata sono quelli più conosciuti.
Il primo ha una lunghezza di circa 14 cm con la testa scura e il collo di colore arancio.
Come dice il nome, roseicolis ha un collo rosa mentre il resto del corpo è verde con la porzione dorsale blu; le estremità delle ali sono scure.
Personata dal becco rosso ha, come fischeri, un corpo verde e la testa è di un color rosso scuro, mentre il collo è giallo.

Vivaci animali da compagnia

I pappagallini Agapornis sono tra i volatili che più si trovano nelle mura domestiche. Sono semplici da gestire ed hanno un carattere molto vivace: due elementi che li rendono ottimi animali da compagnia. Si consiglia di allevarli in coppia, in quanto stando da soli necessitano di molte più attenzioni; inoltre, se lasciati da soli possono manifestare disturbi del comportamento.
Essendo animali territoriali, si raccomanda, inoltre, di non farli alloggiare con altre specie di volatili, poiché potrebbero aggredirli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Curiosità




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio