Connect with us

Animalovers

L’Educazione base del cane – Seconda parte

cane a pelo lungo

Consigli

L’Educazione base del cane – Seconda parte

I preziosi consigli dell’educatore per educare il cane ai comandi principali

In un precedente articolo, il nostro educatore Massimiliano Terzi ci ha illustrato come educare il cane ai primi rudimenti. Oggi ci insegna una nuova serie di utilissimi stratagemmi per educare il nostro cane ai comandi principali.

Come insegnare al cane il comando “A terra!”

Una volta che il cane eseguirà correttamente la prima parte dell’educazione, che trovate qui, possiamo iniziare con l’insegnamento del comando “A terra!”.

Partendo dalla posizione di “seduto”, sempre tenendo tra le dita un bocconcino, abbasseremo la mano davanti al muso del cane, facendola scorrere tra le sue zampe anteriori senza affrettare il movimento.

Il cane, per prendere ciò che abbiamo in mano, si abbasserà da solo nella posizione voluta. Una volta compiuto il movimento più volte, in modo da aver creato quella che chiamammo “memoria muscolare”, potremo inserire il comando vocale “A terra!”.

Vi suggeriamo di associare un gesto da compiere con la mano.

In brevissimo tempo il cane assocerà il gesto con la relativa posizione da assumere. Gradualmente, sostituiremo il premio in cibo con una più economica, ma non meno gradita, carezza.

Questi esercizi non vanno protratti per tempi lunghi poiché si corre il rischio di stancare il cane che perderebbe l’ interesse per quanto sta facendo. Pochi minuti al giorno sono più che sufficienti, eventualmente ripetuti nel corso della giornata per un paio di volte. È meglio fare poco esercizio tutti i giorni che farne tanto un solo giorno e poi smettere.

Per il comando “A terra!” si può utilizzare anche un altro metodo. Sempre con il boccone tra le dita ed il cane di fronte a noi, ci allontaneremo dal cane per poi chiamarlo verso di noi. Nel momento in cui si trova vicino infileremo il boccone in mezzo alle sue zampe, in modo che compia il movimento desiderato. La differenza tra le due tipologie è data dal tipo diverso di movimento. Con il primo metodo il cane andrà a terra mantenendo il posteriore fermo, mentre con il secondo manterrà fermo l’anteriore, basculando all’indietro.

Come insegnare al cane il comando “In piedi!”

Con quest’ultimo comando terminiamo le posizioni base. Anche in questo caso dovremmo utilizzare il boccone. Ci posizioneremo lateralmente al cane e, visto che ormai conosce il comando “Terra!”, partiremo proprio da quella posizione. Con il boccone davanti al muso del cane, spostiamo la mano in avanti e, nel contempo, verso l’alto. Con l’altra mano aiutiamo il cane, spingendolo leggermente verso l’alto nella zona della grassella per aiutarlo ad alzarsi in posizione sulle 4 zampe.

I comandi base visti finora risulteranno più semplici da far acquisire con l’ausilio di una position box. Ne vedete un esempio in foto.

Position box con bordi

Position box per l’educazione del cane.

Educare il cane: lavoro con il Pad

Che cosa è il pad? Semplicemente un oggetto rialzato sul quale il cane dovrà posizionare le zampe anteriori. Per fargliero fare ci aiuteremo con il luring (che trovate nella prima parte) e il nostro solito bocconcino. Tutto ciò è propedeutico all’addestramento avanzato, sopratutto per la svolta a sinistra con la condotta formale. Vi consigliamo di preferire un pad tondo: sarà più facile farci girare sopra il cane.

Pad verde con cagnolino

Pad per l’educazione del cane.

Come educare il cane al guinzaglio

Vedere un cane che cammina accanto al padrone senza tirare è uno spettacolo sia per chi conduce che per chi guarda. Ma come insegnarglielo? Ormai abbiamo impostato tutto ciò che ci serve per ottenere una condotta al guinzaglio per così dire decorosa. Innanzi tutto lasciamo il guinzaglio morbido ed iniziamo a camminare. Se il cane proverà a tirare, noi lo correggeremo con un “no” deciso. Allo stesso tempo, lo premieremo profusamente quando rimane accanto a noi.

Con questo abbiamo terminato l’educazione base. Ovviamente ogni esercizio può e deve essere ampliato, per ottenere un corretto rafforzo e una miglior sintonia con il cane.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Consigli




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio