Connect with us

Animalovers

Animalovers

I sensi del cane: l’udito

udito dei cani: cane che ascolta

Consigli

I sensi del cane: l’udito

Quali sono i sensi del cane? E come aiutarlo a svilupparli? Ecco l’inizio una guida completa dal nostro educatore, che oggi ci spiega l’udito dei cani.

Dopo l’olfatto il senso più sviluppato nel cane è proprio l’udito. Messo a confronto con il nostro, ci accorgiamo di quanto l’udito dei cani sia fine rispetto a quello umano. Se noi percepiamo circa 300 vibrazioni al secondo, il cane ne percepisce 40000. Ecco perché non dobbiamo sorprenderci se vediamo il nostro cane tendere le orecchie mentre noi non avvertiamo nulla.

L’orecchio del cane percepisce gli ultrasuoni?

Le orecchie dei cani sono, al confronto con le nostre, anche estremamente mobili. Questo facilita loro l’individuazione del punto da cui arriva il suono percepito. Inoltre, più le orecchie sono alte ed ampie e più sarà semplice per loro percepire suoni ed individuarne con precisione la provenienza.

Esistono infatti varie forme di orecchie, con ampi padiglioni verso l’alto, cadenti quasi fino a strisciare a terra, più larghe, più piccole, ma tutte con la medesima struttura e funzione.

L’intensità con cui i cani sentono le vibrazioni è quasi vicina a quella degli ultrasuoni. Addirittura un cane riesce a riconoscere tra mille il rumore che in quel momento gli interessa. Ad esempio il rumore del motore dell’auto del proprietario o il rumore dei suoi passi sul terreno.

Come comunicano i cani?

La comunicazione acustica nel cane spazia dall’abbaio al ringhio, passando per i mugolii. Vediamo di capire meglio:

  • L’abbaio è soprattutto un richiamo territoriale, usato per difendere un territorio e marcare bene i confini entro cui non desidera estranei.
  • Il mugolio esprime di solito ricerca di attenzione, per esempio a causa del dolore, della frustrazione o della mancanza di attenzioni.
  • L’ululato è una forma di una comunicazione non ancora ben chiara, ma dovrebbe coordinare varie attività di branco.
  • Il ringhio è avvertimento, atto ad aumentare gradualmente l’aggressività.
  • Perché i cani abbaiano molto?

La domesticazione, nonché la selezione artificiale, hanno portato ad un esagerato aumento dell’abbaio nei cani. Questo verso è infatti più insolito negli cani selvatici. È un tipo di comunicazione sviluppata da parte del cane per interagire in modo diverso con chi lo capisce poco ovvero l’uomo. Oltre alla modificazione caratteriale, l’uomo ha anche modificato forma e dimensioni della coda, contribuendo a rendere la comunicazione canina molto meno efficace. Questo perché non non siamo in grado di percepire al meglio tutte le diverse posture dei cani, i loro diversi modi di comunicare.

Impariamo a interpretare il nostro cane: osserviamolo nei movimenti e cerchiamo di capire cosa ci sta comunicando. Se siamo in grado di capire al meglio il nostro cane, lo percepirà dai nostri movimenti e certamente il suo bisogno di richiedere attenzione con l’abbaio diminuirà.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Consigli




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio