Connect with us

Animalovers

Animalovers

Gucci dice No alle pellicce: la moda del futuro è “Fur-free”

cucciolo di volpe rossa

Tendenze

Gucci dice No alle pellicce: la moda del futuro è “Fur-free”

La storica casa di moda ha annunciato la svolta. Basta pellicce animali nelle collezioni Gucci

Meglio tardi che mai? In questo caso, sì. Anche il brand Gucci ha detto No alle pellicce animali. Lo ha annunciato ufficialmente Marco Bizzarri, Presidente del CEO della maison fiorentina.

Durante il Kering Talk al London College of Fashion, Bizzarri ha sottolineato l’importanza di una moda sempre più sostenibile.

Ogni anno volpi, visoni, conigli, opossum e altri animali vengono allevati e catturati per essere barbaramente scuoiati in nome della moda. Una prassi inaccettabile che finalmente molti brand stanno ripudiando. Prima di Gucci, anche Armani, Hugo Boss, Yoox e tanti altri marchi inerenti al settore hanno aderito a una politica “Fur-free”.

Il No alle pellicce di Gucci è un passo in più verso l’abbandono definitivo di questo odioso sfruttamento. Dalle prossime collezioni, il brand non utilizzerà più pellicce animali. Con buona pace delle Crudelia DeMon di tutto il globo.

Negli ultimi anni sta crescendo anche nei consumatori la consapevolezza dei retroscena che accompagnano l’industria del fashion. Non solo riguardo alle pellicce, ma anche a proposito delle condizioni lavorative di chi confeziona i capi e i materiali.

Una progressiva evoluzione in direzione della sostenibilità è meritevole quanto necessaria. La violenza su persone e animali non può essere una moda.

Per un elenco completo dei brand “Fur-free” rimandiamo a questo link.

Continue Reading
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Tendenze




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio