Connect with us

Animalovers

Animalovers

Allevamento di gattini orfani: apprendere attraverso il gioco e l’imitazione.

Consigli

Allevamento di gattini orfani: apprendere attraverso il gioco e l’imitazione.

Un gattino piccolo poco differisce da un neonato: per crescere e ambientarsi nel mondo che lo circonda ha bisogno di sperimentare e di scoprire attraverso l’imitazione e il gioco.

E’ attraverso l’osservazione e l’esperienza con i fratelli e altri esseri viventi che il gattino impara velocemente come comportarsi.

Quando abbiamo a che fare con un cucciolo orfano, se da una parte abbiamo la necessità di preservarlo dalle malattie (soprattutto nel caso in cui sia stato privato del colostro) d’altra parte, per consentire il suo sviluppo comportamentale ottimale, dovrebbe poter frequentare altri gatti.

Se sussistono le condizioni di salute del cucciolo è quindi da favorire il contatto con altri gatti, sia per favorirne l’apprendimento ma anche per sviluppare il lato “affettivo”, perché si crei un legame amichevole. Gli animali adulti tendono ad accettare più facilmente i cuccioli e traggono beneficio da un rapporto con un co-specifico giovane e tendente al gioco, il cucciolo d’ altra parte può così esprimere tutti i comportamenti di gioco acquisendo gli auto-controlli necessari.

Mi è capitato moltissime volte di visitare animali , spesso ex-orfani o adottati per sorte troppo precocemente (prima dei due mesi), che hanno vissuto solo con l’essere umano. Le patologie che ho riscontrato più frequentemente sono:

  • Mancato controllo del morso (quindi aggressività nel gioco, da poco grave a molto)
  •  Aggressività (quindi usata dal gatto come unica modalità comportamentale)

L’incidenza di queste patologie è più frequente nei gatti:

  • che hanno vissuto con una sola persona piuttosto solitaria
  • che non hanno alcun accesso all’esterno
  • che non hanno mai visto altri animali

Il momento critico nell’allevamento dei cuccioli orfani potrebbe sembrare il primo periodo per la difficoltà di adattamento al cibo ed in effetti lo è, ma non è meno importante il periodo successivo. In natura raramente le gatte danno alla luce un unico gattino, in genere si va da 2 a 6-7 con una media di 4. La convivenza con i fratellini è fondamentale, come dicevo sopra, per lo sviluppo dei comportamenti di gioco e di relazione con gli altri, compresi gli umani conviventi.

Il comportamento di gioco è così importante per la sopravvivenza che se per vari motivi il gattino resta singolo è la madre a svolgere questa attività con lui. Nella vita libera i pattern comportamentali del gioco sono gli stessi della lotta e della caccia, declinati ovviamente con uno “spirito” diverso, cambiano cioè lo stato d’animo dell’animale, l’intenzione, la finalità, il carico di catecolamine.

Oltre al gioco “sociale” (con individui della stessa specie, di altre specie compreso con gli umani) esiste anche il gioco con oggetti inanimati (utilissimo nel caso si debba insegnare a non mordere) e anche immaginari (correnti d’aria, la propria coda, qualsiasi cosa va bene).

Quindi, per ribadire, nel buon allevamento dei cuccioli rientra anche il tempo necessario per farli giocare!

Per il loro benessere bisogna anche occuparci della loro attività fisica: i gatti sono agilissimi per loro caratteristiche di flessibilità ma anche per la possibilità di fare esercizio. Lo spazio dei gatti è in 3 dimensioni, comprende anche l’altezza. L’esplorazione dell’ambiente esterno ha una grande attrattiva sui gatti anche molto piccoli: quando sono piccoli ed iniziano a muoversi nel nido inciampano contro gli oggetti ma gradatamente si fanno un’esperienza in base alla quale riconoscono presto gli oggetti sui quali poter camminare o arrampicarsi.

Siamo arrivati adesso ad un altro passaggio topico: lo svezzamento.

(fine parte II)

Continue Reading
Potrebbe interessarti anche...
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti in Consigli




Di Tendenza

Collaborano con noi




Consigli

Facebook




Inizio